Telefono: 0974.97.27.80 - Mobile: 388.77.19.694
I luoghi - Villa Maredona - Hotel Ascea
348227
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-348227,eltd-cpt-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,moose child-child-ver-1.0.0,moose-ver-1.7, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
 

I luoghi

Natura, cultura e archeologia.
Archeologia

GLI SCAVI DI VELIA

Gli scavi, vicini alla ferrovia e non lontani da Ascea Marina, sono visitabili tutti i giorni. Dell’antica città restano l’Area Portuale, Porta Marina, Porta Rosa, le Terme Ellenistiche e le Terme Romane, l’Agorà, l’Acropoli, il Quartiere Meridionale e il Quartiere Arcaico.

Tra i motivi che fanno di Velia un patrimonio dell’umanità va sicuramente menzionata la scuola eleatica, una scuola filosofica che ha potuto vantare, fra i suoi esponenti, Parmenide, Zenone di Elea, Melisso di Samo e Senofane di Colofone.

Gli Scavi di Velia distano 500 metri dall’Hotel. Tempo di percorrenza: 7 min a piedi.

Natura & cultura

IL MUSEO VIVO DEL MARE A PIOPPI

Residenza storica edificata a ridosso della spiaggia di Pioppi nella metà del XVII sec. dalla famiglia Ripoli. Il Museo Vivo del Mare posto al piano terra nasce con l’idea di proporre al pubblico gli habitat marini tipici della costa cilentana.

Seguirà poi il Museo della Dieta Mediterranea, nato in onore del medico americano Ancel Keys. L’Ecomuseo della Dieta Mediterranea trova spazio anche all’esterno dell’edificio con sentieri, orti didattici sul lungomare di Pioppi e progetti immateriali.

Pioppi dista 13 km dall’Hotel. Tempo di percorrenza: 25 min.

Cultura

LA CAPPELLA
DI SAN MATTEO A CASAL VELINO

Secondo una millenaria tradizione, furono qui deposte le sacre spoglie del Santo Matteo, martire in Etiopia. «La Via di San Matteo» è il percorso di un nuovo pellegrinaggio che unisce Casal Velino alla città di Salerno, attraverso il cammino che affrontarono le spoglie del Santo Apostolo nella loro traslazione: da Ascea a Casal Velino, poi Rutino, Capaccio, e per finire Salerno.

Il 21 settembre, a Marina di Casal Velino la festa di san Matteo tinge la città di colori e atmosfere davvero uniche.

Casal Velino Marina dista 4 km dall’Hotel. Tempo di percorrenza: 6 min.

Cultura

LA TORRE DI CASTELNUOVO CILENTO

Posto su una collina che domina la valle dell’Alento, il borgo di Castelnuovo Cilento, capoluogo del comune omonimo, sorge intorno ad un castello, una struttura normanna risalente al XIII secolo dalla quale si gode di un panorama eccezionale.

Secondo la leggenda era collegato con quello di Velia e con altre fortificazioni della zona attraverso cunicoli sotterranei. Si ritiene che le origini del borgo di Castelnuovo siano da rinvenire nella caduta del castello della Bruca, i cui ruderi sono ancora visibili sull’acropoli dell’antica Velia.

Castelnuovo Cilento dista 9 km dall’Hotel. Tempo di percorrenza: 13 min.

Archeologia

GLI SCAVI DI PAESTUM

Paestum, antica città della Campania situata presso il litorale tirrenico, a sud di Salerno, fu uno dei centri principali della Magna Grecia prima e di Roma poi. Le tracce più antiche di insediamento umano nel sito risalgono al Paleolitico, intorno al 600 a.C.

Delimitata da imponenti mura (V-III secolo a.C.), esibisce lungo la direttrice del cardo romano gli edifici principali: a nord si trova il tempio di Atena del 500 ca. a.C., al centro si estende l’area pubblica di due epoche distinte, alle spalle del foro si ergevano l’anfiteatro (I secolo a.C.) e un ginnasio ellenistico con una grande piscina. A sud era situato il grande santuario urbano di Era, con due magnifici templi dedicati alla dea.

Gli Scavi di Paestum distano 48,5 km dall’Hotel. Tempo di percorrenza: 46 min.

Archeologia

GLI SCAVI DI MOIO DELLA CIVITELLA

Moio della Civitella è un centro agricolo del basso Cilento, situato alle falde nordoccidentali del Monte Gelbison (1705 m). L’abitato si addossa alle pendici del monte Civitella (818 m).
Sulla sommità del colle sono stati scavati i resti di mura greche e di costruzioni di età romana.

La civitella esibisce ritrovamenti riferibili a un’epoca tardo arcaica, mentre più recente è la costruzione della cinta muraria ad anello.

Gli Scavi di Moio della Civitella distano 29,7 km dall’Hotel. Tempo di percorrenza: 36 min.

Natura

LE GOLE DEL CALORE

Proseguendo l’itinerario che parte da Moio della Civitella ed inoltrandosi nel cuore del Cilento antico si arriva a Felitto dove ci sono le Gole del Calore, oasi del WWF. Il fiume Calore, infatti, si muove tra cinque incisioni nella roccia calcarea che si sono formate proprio per il corso, a tratti impetuoso, del fiume.

Le Gole del Calore sono visitabili partendo da Remolino, un piccolo borgo medievale frazione di Felitto, dal quale partono alcuni sentieri. Natura straordinaria, flora e fauna varie e caratteristiche.

Le Gole del Calore distano 48 km dall’Hotel. Tempo di percorrenza: 110 min.

Cultura

ROSCIGNO VECCHIA

Roscigno Vecchia è definita la Pompei del novecento: ci abita una sola persona. I cittadini scapparono nel 1902 a causa di continue frane e, da allora, il tempo si è fermato. Ci sono le case con stanze e cortili, la Chiesa , la piazza con il lavatoio.

Un’atmosfera spettrale e la possibilità di entrare nelle case per vedere le stanze con i mobili , gli utensili , gli oggetti lasciati lì dal 1902. Una visita sicuramente particolare!

Roscigno Vecchia dista 60 km dall’Hotel. Tempo di percorrenza: 130 min.

Natura

LUNGO LE PENDICI DEL MONTE CARMELO

Circondato da uliveti e castagneti, il borgo conserva ancora la sua struttura urbanistica di impianto medioevale. Sulla cima del Monte Carmelo sorge il Santuario dedicato alla Madonna del Carmine, dove fonti accertano che ci fosse un avamposto di Elea – Velia a difesa della “chora velina” dalla pressione dei Lucani.

Catona dista 7,7 km dall’Hotel. Tempo di percorrenza: 17 min.

Natura

IL SACRO MONTE
GELBISON

Il Gelbison (detto anche Monte Sacro) è un monte del Subappennino lucano di 1.705 m s.l.m. È il quarto monte più alto del Cilento.

Situato al centro del Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano, contiguo a est con la grande area forestale di Pruno, la cima si trova nel comune di Novi Velia.

Il Santuario della Madonna del Monte si trova sulla cima del Monte Gelbison, sul luogo di un antico insediamento sacro pagano.

Il Sacro Monte Gelbison dista 36,8 km dall’Hotel. Tempo di percorrenza: 50 min.

Cultura

SUI LUOGHI DI “BENVENUTI AL SUD”

Castellabate è un comune sparso italiano con sede comunale nella frazione Santa Maria, divenuto famoso in tutta Italia grazie al film Benvenuti al Sud.

Il paese ha una popolazione che ammonta a 8.359 abitanti e il suo territorio rientra completamente nel parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, dichiarato nel 1998 patrimonio mondiale dell’umanità dall’Unesco. I suoi ambienti marini costituiscono l’area marina protetta Santa Maria di Castellabate.

Castellabate dista 40,7 km dall’Hotel. Tempo di percorrenza: 45 min.

Natura

LE GROTTE DI PALINURO

Capo Palinuro, uno dei gioielli naturalistici del Parco del Cilento e del Vallo di Diano raccontato nell’Eneide di Virgilio, è un caratteristico promontorio calcareo a picco sul mare.

Le 35 grotte di Capo Palinuro rappresentano uno dei principali poli di interesse speleomarino in Europa. Tra le più conosciute: la “Grotta Azzurra”, la “Grotta dei Monaci”, la “Grotta Preistorica o delle Ossa”, la “Grotta del Sangue”, la “Grotta Sulfurea”.

Palinuro dista 20,1 km dall’Hotel. Tempo di percorrenza: 40 min.